Tito Belati a Lione


Lettera dall’ Unione Musicale Italiana di Lione in data 19 marzo 1893

< Caro Maestro,
ci giunse ora l’ultima sua di questi giorni, dalla quale apprendiamo colla massima soddisfazione che il suo supplente potrà in breve tempo essere a Lione. Davvero ne siamo oltremodo contenti, e la notizia ha suscitato nell’intera società un vero giubilo. Perciò, siccome ci annunzia che potrebbe essere tra noi il 1° di aprile, la preghiamo caldamente d’avvertire tosto il Sig. Rossini per l’immediata partenza, giacché desiderassimo assai che giunga a Lione la domenica 2 aprile. Senza dubbio saremo lieti di riceverlo alla stazione (favorirà lasciarci informati se scenderà a quella di Brotteaux o a Perrache) per cui verrà nominata una commissione d’attesa, la quale porterà il distintivo della società, affinché il nostro benvenuto possa prontamente riconoscerla. La preghiamo, e ne siamo convinti, che non tralascerà di sollecitare le cose affinché il Sig Rossini sia disposto a partire all’epoca suindicata, o meglio, che arrivi a Lione il giorno 2 del prossimo aprile.
In quanto alle informazioni da lei dataci intorno al suo postulante, sono ottime e sufficienti, giacché la fiducia che noi conosciamo per lei vale più di ogni altra cosa. ( ……. ) Intanto col massimo rispetto la salutiamo, nonché il Sig. Rossini accetti una stretta di mano dell’intero Comitato. >


Torna all'articolo